ccNewsletter

iscriviti alla news

Name:

Email:

Home PER I PIU' GIOVANI
PER I BAMBINI DELLA NUOVA TERRA

Per i bambini della Nuova terra.

Siamo sempre di più di fronte a bambini estremamente evoluti, perspicaci

e sensitivi.

Anime antiche in corpi piccini per i quali è ridondante riproporre i

contenuti delle favole tradizionali o insistere con il vinto e il vincitore, i principi

di guerra o mors tu vita mea.

I bambini "Indaco" e "Cristallo" sono le nuove anime

incarnate con una funzione specifica per la Nuova Terra. Loro comprendono

ormai bene quello che noi adulti stentiamo ad accettare. Son venuti ad

insegnarici ed è appunto per questo che vogliamo offrire loro spunti preziosi

per stimolare in loro il ricordo delle loro antiche memorie, i loro saperi e

capacità. loro ci insegnano la pace e l'armonia ma se non vengono aiutati

la loro energia può ristagnare e rovinarsi. Abbiamo il compito di essere

educatori e genitori consapevoli.

 

TI RACCONTO UN YOGAVOLA!

ALZA LE MANI E PRENDI IL SOLE...

Per i più piccoli, ma anche per gli adulti, uno yoga che si fa

attraverso le favole create dai miti e dagli archetipi

che ogni ASANA (postura) custodisce in sé. Tocchaimo il

cuore e l'immaginazione, fissiamo i movimenti, uniamo

mente e corpo... A Imperia e Genova su richiesta. Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

 

PROPRIO PER LORO I NOSTRI PROGETTI SONO DIVERTENTI, LUDICI E PROFONDI. PER PICCOLISSIMI E PIU' GRANDI... SONO VOLTI ALL'UNITA' E ALLA CONSAPEVOLEZZA ETICA, AMBIENTALE, RELAZIONALE E INTERIORE...

ECCO QUALCHE TITOLO DI ISPIRAZIONE

PROGETTO DI EDUCAZIONE ALLA CONSAPEVOLEZZA EMOTIVA

Un progetto ideato per fornire ai ragazzi delle scuole medie inferiori e superiori degli strumenti interiori che possano applicare alla vita quotidiana relazionale ed emotiva.

Vogliamo che i giovani trovino in se stessi le risorse di calma e lucidità per agire con creatività e costruttività anziché reagire cadendo in schemi di reattività anche violenta di fronte a relazioni difficili, provocazioni da parte dei compagni, conflitti familiari, discussioni ecc. Per fare ciò occorre trovare una connessione con se stessi attraverso il respiro e la Natura. Questo porta al rispetto dell'esistenza e dell'ambiente come parte di noi.

La calma interiore serve a far fronte alle diverse forme di stress emozionale degli impegni scolastici (esami, interrogazioni importanti, problemi difficili...) mantenendo la centratura emotiva, la memoria, la concentrazione e l'equilibrio mentale necessari. così ragazzi e ragazze possono incanalare le loro energie emotive e psichiche verso la cooperazione e la collaborazione piuttosto che verso la competizione, il confronto e la critica. Da un riconoscimento e rispetto tra maschile e femminile nasce anche una solidarietà che accoglie i soggetti più in difficoltà e li integra nel gruppo...Accettare i fallimenti riconoscendone la cause e restando focalizzati sulla soluzione anziché sul problema. Restare connessi al proprio valore e godere dei successi altrui come di una possibilità anche propria, accettare i successi senza far sentire gli altri inferiori ma mantenendo una visione inclusiva...

Per ottenere questi obiettivi occorrono strumenti che vanno oltre la psicologia per sconfinare nella spiritualità, nel nucleo animico che ognuno di noi possiede al di là del proprio credo religioso e della fede professata... Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

*********************************************************************************

LA RIVOLUZIONE DI SPIGOTTA: UNA FAVOLA SULLA NUOVA

ALIMENTAZIONE NATURALE E VEGETARIANA. UN DIALOGO TRA

UOMO E NATURA DOVE I BAMBINI FANNO DA TRAMITE CON LA LORO

SENSIBILITA'. IN FORMA DI RACCONTO O FAVOLA GIOCATA CHE

COINVOLGE I BAMBINI NELLA PARTECIPAZIONE AL RACCONTO.

*********************************************************************************************

E PER I PIU' PICCOLI... una favola per vincere la paura del buio

Luci-lucilla nel buio scintilla

favola in versi della Fatartina

(Testo di Martina Ghiazza - Illustrazioni di Beatrice Laurora)

Vicino al bosco dal verde fogliame, un po’ fuori di mano,

in una villa,

vivevano un padre,

un cane alano

ed una bimba di nome Lucilla.

Mentre l’alano correva e il padre lavorava,

Lucilla passeggiava

ed era così allegra di stare tra le fronde,

che senza accorgersi discese in zone assai profonde.

La sera cominciava ad avanzare e il sole a tramontare,

ma la bambina tranquilla non si volle preoccupare

e continuò ad esplorare tutta arzilla.

Il cane ed il papà, non si sa come, furono colti da un improvviso sonno,

che fece addormentare il cane nel giardino

e il padre sul computer,

usando la tastiera come scomodo cuscino.

Proseguendo sul sentiero, la bambina

incontrò una vecchia con un bastone ed un mantello nero

che apostrofò Lucilla facendole un sermone:

“Dove osi andare, figlia! Ti rendi conto della direzione?

Ma stai dormendo oppur sei sveglia?”

Lucilla sorridendo rispose con rispetto,

“sono sveglissima cara nonna,

seguo i miei piedi senza far domande

perché i miei piedi sono liberi e leggeri,

tu vedi com’è corta la mia gonna.”

“E per l’appunto stolta! Sei senza armi e senza difese!

Nel buio guarda che non serve essere allegri e senza pretese.

Tu stai rischiando grosso. Ferma il tuo passo!”

Ma la bambina ingenua e birichina

si era già allontanata nella sera,

ed ora, cammin che ti cammina,

giunse di fronte ad una grotta in cui non si vedeva proprio niente,

se non un flebile chiaror molto distante.

Lucilla ne fu attratta

e senza nemmeno esitare un istante,

si fece avanti scrutando nella notte,

proprio come farebbe un cucciolo di gatta…

Lucilla non sapeva che dentro all’antro nero,

C’erano diavoli di tutte le forme e addirittura un vampiro enorme

e mostri di ogni tipo, con artigli tremendi …

Pronti a succhiare il sangue, ad aggredire, fare a pezzi, a torturare…

E proprio lei che non aveva armi né amuleti

e passeggiava innocente e gioconda,

invece di temere le ombre e i suoi segreti

entrò senza paura nella caverna immonda.

Entrò passo per passo

e subito i fantasmi...

(se vuoi vedere come finisce clicca qui e iscriviti alla newsletter)

 

 


Joomla Templates and Joomla Extensions by JoomlaVision.Com


 

Eventi Via dell'Uno

Nessun evento

Contatti

Martina Ghiazza

martina.ghiazza

Cell: 335-5453528

Mail: info@laviadelluno.com

Iscriviti alla Newsletter

Italian English French German Japanese Romanian Russian Spanish
Main page Contacts Search Contacts Search