Home MEDITAZIONE e VISIONE CENTRALE DEI CHAKRA La Visione Centrale dei Chakra
La Visione Centrale dei Chakra PDF Stampa E-mail
Scritto da martina   
Domenica 18 Settembre 2016 23:14

I CHAKRA SECONDO IL MODELLO ATTUALMENTE DIFFUSO

I CHAKRA: PERCHÉ SERVE

CONOSCERLI E IN COSA

POSSONO AIUTARE?

1. Sono organi sottili, vortici (chakra in sanscrito significa “ruota”) che raccolgono e convogliano l’energia dall’interno all’esterno del corpo e viceversa.

2. Sono i maggiori responsabili della comunicazione non verbale, imparare a sentirli e armonizzarli ci aiuta a portare più armonia e consapevolezza in noi e nei nostri rapporti.

3. Essendo al confine tra mondo fisico e sottile, i chakra sono porte multidimensionali che ci mettono in contatto con piani di coscienza molto armonici ed evoluti.

4. Risvegliando la coscienza nei chakra, possiamo accedere a chiavi di lettura e soluzioni nuove e che sfuggono al pensiero quotidiano, aumentando consapevolezza e sensibilità.

5. Essendo in contatto con le principali ghiandole e organi, sono i responsabili sottili della nostra salute e del nostro equilibrio psicofisico, dei nostri appetiti, passioni, inclinazioni e aneliti spirituali.

6. Per la loro dimensione e posizione di confine tra corpo e ambiente, essi formano una rete sottile sia nel nostro corpo che fuori di noi, scambiando frequenze informative molto importanti e mettendoci in relazione con la coscienza collettiva.

Queste 6 caratteristiche fanno dei chakra degli importanti veicoli di energia interiore e collettiva che possono creare una rete globale e multidimensionale di pace, libertà e armonia.

 

TUTTAVIA... Perché molti di noi lavorano sui chakra senza ottenere tutti i risultati sperati?

Forse ci è sfuggito l'aspetto yin dell'universo!

L'energia universale, che regola la vita di tutti gli esseri, tende all'armonia è intelligente e anche SENSIBILE. Per allinearci ad essa nella sua interezza, occorre accoglierne entrambi gli aspetti Ying (femminile) e Yang (maschile) per creare un tao bilanciato

le due polarità in equilibrio dinamico e reciproco

Per questo motivo, durante 11 anni di meditazione e studio delle fonti,

è emersa

LA VISIONE CENTRALE DEI CHAKRA

Una versione che integra e completa l'attuale modello,

tenendo conto di come la luce si comporta in natura

e della centralità del cuore nella formazione del feto nel grembo materno.

se siamo luce i chakra sono l'arcobaleno in noi

 

A chi può servire? A chi desidera conoscersi nella propria interezza e Natura. Particolarmente adatto a chi svolge una professione nel campo olistico e delle bio-discipline, a chi insegna, a chi co

Lo scopo della Visione Centrale dei Chakra: completare la conoscenza del sistema energetico umano, allineando le energie alla Natura e correggendo alcune discrepanze storiche. Riconoscemunica, crea e si esprime artisticamente...

re il contributo del femminile al mondo sottile.

L'intento: la Visione Centrale non vuole sostituirsi al modello attuale, ma di integrarlo e completarlo in un insieme che consideri anche il movimento e la funzione della Natura e dell'energia femminile.

 

LA VISIONE CENTRALE DEI CHAKRA TOCCA I SEGUENTI PUNTI:

1. Differenze tra modello attuale (ascendente) dei chakra e modello Centrale (circolare)

2. Provenienza storica dell'attuale modello (da un'opera del medioevo)

3. Il senso dei colori dei chakra (prescrittivi e non descrittivi)

4. Contemporaneità di chakra (energia) e materia (organi) sin dalla formazione del feto

5. Il cuore come primo chakra perché in sinergia con il primo organo a formarsi nel feto

6. Le frequenze delle onde cerebrali e quelle dei colori a confronto

7. Le coppie sinergiche dei chakra sotto e sopra quello del cuore.

8. Riallinearsi alla Natura riportando i colori dei chakra ai colori dell'arcobaleno (spettro cromatico)

9. Implicazioni storiche, sociali e spirituali

 

Il precorso teorico-pratico on line illustra e permette di spetimentare la nuova visione

in tre incontri on line di 40 min (Zoom) - contatti: 335 5453528

 

 

Con la pratica si giunge alla meditazione, lo stato di coscienza in cui la mente tace e si sperimenta l'Unione con se stessi e tutto l'universo.

È CONSIDERATA IL PUNTO CULMINANTE A CUI TENDE LO YOGA E ANCHE IL PUNTO DI REALE GUARIGIONE.

La meditazione mi ha condotto alla  Visione Centrale dei Cakra

TUTTI I SABATI AL TRAMONTO OFFRO L''OCCASIONE DI SPERIMENTARE LA MEDITAZIONE GRATUITAMENTE.

CHIAMA 335 5453528 PER ORARI PRECISI.

Il raccoglimento in noi stessi e l'ascolto dei nostri ritmi interiori, ci aiuta a riallinearci alla natura, a comprenderla profondamente e anche a trascenderla nei suoi livelli più immediati, per scoprine l'immensa potenzialità dentro di noi.

Con la pratica si giunge alla meditazione, lo stato di coscienza in cui la mente tace e si sperimenta l'Unione con se stessi e tutto l'universo.

È CONSIDERATA IL PUNTO CULMINANTE A CUI TENDE LO YOGA E ANCHE IL PUNTO DI REALE GUARIGIONE.

La meditazione mi ha condotto alla Visione Centrale dei Cakra

TUTTI I SABATI AL TRAMONTO OFFRO L''OCCASIONE DI SPERIMENTARE LA MEDITAZIONE GRATUITAMENTE.

CHIAMA 335 5453528 PER ORARI PRECISI.

Joomla Templates and Joomla Extensions by JoomlaVision.Com


Ultimo aggiornamento Giovedì 19 Novembre 2020 01:20
 

Contatti

Martina Ghiazza

martina.ghiazza

Cell: 335-5453528

Mail: info@laviadelluno.com

Iscriviti alla Newsletter

Italian English French German Japanese Romanian Russian Spanish
Main page Contacts Search Contacts Search